Il visual merchandising come strumento di valorizzazione del prodotto nel canale farmacia

 

di: Laura Bighinatti logo_1.gif

L’esperimento qui descritto, nasce dalla consapevolezza che il visual merchandising sta acquisendo sempre più importanza anche nel canale farmacia, soprattutto nel settore dermocosmesi. Infatti, le aziende produttrici di prodotti cosmetici e dermocosmetici investono sempre più risorse per offrire supporti, servizi e corsi di formazione ai farmacisti. Nella maggior parte dei casi però, gli allestimenti realizzati dall’industria all’interno delle farmacie sono a vantaggio delle stesse aziende produttrici e il farmacista, a cui mancano tempo e competenze, accetta “passivamente” le soluzioni proposte dall’industria di marca.

1 – Introduzione
Il visual merchandising è quell’insieme di tecniche e azioni attuate all’interno di un negozio per ottimizzare l’utilizzo della capacità di vendita, orientando il comportamento di acquisto del consumatore, in modo da aumentare il sell out di punto vendita e, in particolare, il sell out delle categorie e delle referenze a più alta marginalità [Lugli G., Pellegrini L., 2005]. La grande distribuzione da anni ormai utilizza le tecniche di visual merchandising sia per ottimizzare la redditività dello spazio espositivo, sia per soddisfare le aspettative del consumatore e fidelizzarlo all’insegna. Numerosi studi, sia di carattere quantitativo sia di stampo qualitativo, sono stati condotti per cercare di capire quanto e quale spazio dedicare ai vari reparti merceologici, quale criterio adottare per classificare e aggregare i prodotti e le famiglie di prodotto, quanti facing assegnare a ciascuna referenza e dove collocarla all’interno dello scaffale, in base anche alla tipologia di acquisto (programmato vs impulso) [Fady A., Seret M., 1985; Berruti G., 1987; Lugli G., 1988; Sabbadin E., 1991; Luceri B., 1992; Cardinali M.G., 2001; Masson J.E., Wellhof A., 2001]. In farmacia, invece, le sperimentazioni e gli studi finalizzati ad esporre e classificare la merce in modo più efficiente ed efficace sono poco numerosi e soprattutto piuttosto recenti [Mauri C., Govoni C., Mallarini E., 2004]. Negli ultimi anni, si è intensificato il dibattito riguardante l’importanza e l’efficacia dell’utilizzo delle leve di visual merchandising da parte dei farmacisti [Ravazzi C., 2001; Lugli G., 2007]. Questa crescente importanza la si riscontra anche da altri fattori…

per proseguire la lettura clicca su leggi l’articolo in pdf

 

Il visual merchandising come strumento di valorizzazione del prodotto nel canale farmaciaultima modifica: 2009-11-26T10:13:24+01:00da comunytation
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento